Martin Zimmermann

Martin Zimmermann è membro del Consiglio dell’IFSN dal 1º aprile 2017.

Dal suo ingresso nel PSI nel 1980 (a quel tempo ancora IFRE), per oltre 30 anni ha potuto accumulare esperienze nel campo dell’analisi di sicurezza deterministica di reattori ad acqua leggera. Nel corso della sua carriera professionale al PSI ha diretto successivamente i gruppi di ricerca per «Analisi di sistemi», «Comportamento del nocciolo del reattore» e «Comportamento del combustibile». Già coinvolto nella concezione del progetto STARS alla fine degli anni 80, ha guidato il progetto dal 1994 al 2008. STARS ha come obiettivo l’affinamento e lo sviluppo di metodi e programmi di calcolo per l’esecuzione di analisi deterministiche della sicurezza delle centrali nucleari svizzere e, negli anni, è diventato un progetto di ricerca molto importante per l’IFSN. Importanti elementi sono stati l’introduzione e la convalida di moderni codici di calcolo.

La partecipazione a programmi di ricerca internazionali come il NURESIM (EU), il NURISP (EU) e il NURESAFE (EU) nonché l’Halden (OECD), ha rafforzato la sua visibilità anche a livello internazionale mentre si ampliava la collaborazione scientifica, come ad esempio nel caso dei lavori per l’autorità di vigilanza finlandese STUK per l’analisi di sicurezza dell’EPR.

Dal 2008 al 2012 gli è stata affidata la guida ad interim del laboratorio per lo studio della fisica dei reattori e del comportamento di sistemi. Un punto chiave era lo sviluppo dell’argomentazione per la giustificazione della sicurezza per l’esecuzione di esperimenti di fisica dei reattori nel reattore a zero energia PROTEUS ammodernato a posteriori.

Dopo una breve fase come sostituto, nell’agosto 2013 è stato nominato Direttore a.i. del settore Energia Nucleare e Sicurezza (NES). Sviluppò una nuova strategia di settore che includeva le nuove sfide della politica energetica (strategia energetica 2050). Dopo il suo pensionamento alla fine di agosto 2016, fino alla sua elezione nel Consiglio dell’IFSN, ha lavorato a tempo parziale come consulente scientifico nel PSI.

Oltre all’appartenenza al gruppo di esperti nazionali, dal 2003 al 2016 è stato rappresentante del PSI nel NEA CSNI. Come presidente della task force CSNI «Safety Margin Assessment and Application (SM2A)», dal 2007 al 2009 si è occupato in modo intensivo della quantificazione di margini di sicurezza (che vengono meno), che è basata sull’integrazione di metodi deterministici e probabilistici.

Per l’AIEA è stato coinvolto in numerose missioni, principalmente come docente nell’ambito di programmi di formazione. Nell’ambito del programma master per il «Nuclear Engineering» sostenuto dal Politecnico federale di Zurigo (ETHZ), dal Politecnico Federale di Losanna (EPFL) e dal PSI, dal 2008 al 2013 ha ottenuto un incarico d’insegnamento sul tema comportamento del combustibile.

È membro del «Comité de Visite» dell’IRSN e anche membro del «International Advisory Council» della Harbin Engineering University, College of Nuclear Science and Engineering, Cina.

Martin A. Zimmermann ha ottenuto la sua laurea in fisica sperimentale presso il Politecnico federale di Zurigo (ETH).